vendemmia e mosto cotto anno 2020

…come tutti gli anni anche quest’anno con cura abbiamo raccolto a mano l’uva lancellotta e salamino per poter ottenere del buon mosto cotto. Dopo averla raccolta l’uva verra’ separata dai raspi per ottenere un buon mosto. Dopo averlo fatto riposare qualche ora potremmo iniziare a cuocere il mosto a circa 80 gradi dalle 8 alle 10 ore fino a raggiungere un grado zuccherino babo idoneo per finire la cottura. Il mosto cotto lo lasceremo ben raffreddare per poi metterlo nella caldaia inox per farlo fermentare. Finita la fermentazione aspetteremo fino a gennaio/febbraio per fare i travasi nelle botticelle.

Palio del nocino 2019

Quest’anno al Palio del nocino delle Terre Basse di Fabbrico 2019, il mio nocino e’ stato premiato con il massimo dei voti. Dopo anni e anni di Nocino finalmente una bella soddisfazione!!!

Botticelle ri-sistemate pronte per aceto balsamico tradizionale.

Le botticelle inizialmente erano sporche-piene di croste di aceto – e perdevano continuamente. Ora, dopo averle ripulite e messe a posto, possono tornare in batteria e ricevere il prodotto come se fossero nuove. Ecco alcune foto delle botticelle, prima e dopo. Acetaia il vitigno

L’acetaia il vitigno aumenta il suo potenziale

La settimana scorsa un’occasione da non perdere e’ stata colta dall’acetaia il vitigno per aumentare il proprio parterre di botticelle di aceto balsamico tradizionale dí Reggio Emilia. Sono entratre a far parte della giá consolidata acetaia 3 botticelle da 15 – 10 e 5 litri. Sono state piazzate su tronchi di legno e inserite nell’acetaia come da foto. Buona giornata a tutti!!!

Travasi fatti!!

Nell’acetaia il vitigno anche quest’anno si sono fatti i travasi come il metodo per ottenere il buon aceto balsamico tradizionale richiede. Il periodo adatto per farli e’ l’inverno anche se alcuni lo fanno prima dell’estate. Ma perché si dovrebbero fare in inverno? In teoria, e come dicono i nostri avi e/o libri, si fanno in inverno perché l’aceto balsamico  giá nelle botticelle non sta’ “lavorando” e quindi immettendo altro mosto cotto fermentato ha tutto il tempo prima dell’estate, perché  l’aceto balsamico “lavora” quando c’ e’ caldo, di amalgamarsi senza fare nessun danno o sbilanciamenti organolettici. Acetaia il vitigno!!!

Dall’uva al mosto cotto!!!!

Anche ques’anno nell’acetaia “il vitigno” si e’ raccolto l’uva Lancellotta della propria terra. Abbiamo fatto una raccolta a mano, grappolo dopo grappolo, di circa 450 kg di uva. L’uva Lancellotta al momento della raccolta si testava sui 19 gradi Babo. Dopo la raccolta abbiamo pigiato l’uva con la pigiatrice e susseguentemente abbiamo poi messo il mosto a riposare in un serbatoio igienizzato. A quel punto, lasciato riposare, dal giorno dopo abbiamo cotto il mosto e fermato la cottura a 28 babo (impiegato circa 12 ore). A seguire il mosto cotto, raffreddato, e’ stato messo in una caldaia in acciaio inox e fatto fermentare. La fermentazione verra’ fermata quando i gradi […]

Ormai ci siamooooooo

Anche quest’anno nella piccola acetaia di famiglia si procederá con la raccolta dell’uva, la raccolta verrá effettuata verso il 10 di settembre e si prospetta una raccolta molto buona con uva di grande valore visto l’annata. Quest’anno si raccoglierá circa 600 kg di uva, per ottenere un mosto cotto finale di circa 200 litri. Nei prossimi giorni le foto di tutto il processo produttivo, buona vendemmia a tutti!!! acetaiailvitigno

Ecco il prodotto, ad oggi!!!

Ed ecco il prodotto ad oggi, imbottigliato e destinato ad essere usato nell’insalata. Queste bottiglie contengono un buon aceto (non balsamico ancora) che puo’ allietare l’insalata in ogni tavola. Questo prodotto ha sentore di mosto, aceto e fruttato di diversi tipi di uva. Acetaia il vitigno

Inizia il 7 anno con travasi e rabbocchi!!

Anche quest’anno sono stati fatti i travasi e rabbocchi nella piccola acetaia il vitigno, alcune foto. ciaooo